Siamo promotori del Copyleft, quindi puoi "copiare e incollare" citando, però, la fonte. Per rispetto del nostro lavoro (no-profit). Ola Channel è di tutti, ma fatta da pochi. Collaboriamo!

Home » Focus, Iniziative, Petrolio - 26 agosto 2012

Più vino Meno petrolio

Il Vulture sotto mira dei petrolieri che continuano l’avanzata e l’occupazione-ipoteca di territori vocati all’agricoltura, all’ambiente e al turismo. Nel Vulture si producono vini doc, l’Aglianico del Vulture che ne è principe indiscusso. I progetti di trivellazione minacciano queste terre, dopo l’Aleanna Resources LLC è la volta della Delta Energy titolare dell’istanza del permesso di ricerca La Bicocca (comuni di Barile, Rapolla e Melfi). Se ne discusso a Cantinando, il giorno 18 agosto a Barile (Pz) nello splendido palazzo Frusci, nell’ambito di un pubblico dibattito coniato dallo slogan “+Vino -Petrolio”. Organizzato dall’associazione Sisma di Barile e dal coordinamento No-Triv Italia, il dibattito ha visto la presenza dei sindaci di Barile e Rionero in Vulture (Giuseppe Mecca e Antonio Placido); del presidente del GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano, Franco Perillo; di Giuseppe Macellaro dei No-Triv Italia e Antonio Sigillito dell’associazione Sisma.


One Comment »

  • astronik said:

    Condivido. Ci aggiungerei la gassosa nell’ottimo vino del vulture….

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.